Zummy

BlogGioite, gioite le foreste son tornate!

Gioite, gioite le foreste son tornate!

di Zummy Team

Se anche tu, come noi, ami le foreste, sarai felice di leggere questa notizia. Prendi la Francia tutta intera, dalla Manica al Mediterraneo, una superficie di oltre 600mila chilometri quadrati. No, non vogliamo proporti un tour on the road di mezza estate, ma un paragone per renderti meglio l’idea di quello che sta succedendo intorno a noi. Pensa: negli ultimi 20 anni si è rigenerata sul nostro pianeta un’area di foresta grande più o meno quanto la Francia. Si tratta di un immenso bosco, che conta tra i 22 e i 25 miliardi di nuovi alberi e misura in tutto 589 mila chilometri quadrati. È una buona notizia! È la rivincita della Natura.

Lo studio, condotto da Wwf insieme ad altre organizzazioni internazionali, si basa su dati di imaging satellitare e indagini a terra condotte per due anni in dozzine di paesi. Sono state identificate così diverse aree di ricrescita (chiamate “hotspot”) nella foresta atlantica in Brasile, nelle foreste boreali della Mongolia, nell’Africa centrale, in Canada, nel Nord della Grecia, sulla dorsale centrale della Scandinavia, nella Sierra Maestra sull’isola di Cuba…

Una rigenerazione che, da utopia, è diventata realtà grazie agli sforzi degli ambientalisti, all’impegno dei governi, a misure di tutela e di protezione che favoriscono la riproduzione indisturbata di questi fondamentali ecosistemi. Perché questa rinascita è così importante? E perché non è ancora abbastanza?

Il valore delle foreste

Le foreste hanno un ruolo insostituibile a livello biologico ed economico. Contribuiscono alla tutela della biodiversità, svolgono un ruolo fondamentale nella conservazione delle acque e del suolo, forniscono innumerevoli prodotti non solo legnosi e cibo a centinaia di milioni di persone. E sono tra i principali serbatoi di assorbimento del carbonio. Le foreste nel mondo sono infatti schierate in prima linea contro i cambiamenti climatici. Il loro contributo è fondamentale sia per mitigare l’impatto delle emissioni di gas serra, sia per aiutare il pianeta ad adattarsi ai cambiamenti del clima, innescati dalle attività umane. Aspetta: ti spieghiamo per bene come funziona il loro incessante “lavoro”.

Gli alberi assorbono nel mondo significative quantità di CO2 (che come sai è il principale gas serra responsabile dei cambiamenti climatici). La CO2 viene assorbita durante la fotosintesi clorofilliana per produrre materia organica, immagazzinata in grandi quantità dalle foreste. Lo sapevi che la sola foresta amazzonica accumula dai 150 ai 200 miliardi di tonnellate di carbonio?

Gli alberi sono anche alleati straordinari nell’adattamento ai cambiamenti climatici: possono cioè svolgere un ruolo molto importante per rendere il territorio più resiliente e sicuro. Sono le foreste che aumentano la sicurezza idrogeologica, riducono l’impatto di alluvioni ed esondazioni, consolidano il terreno riducendo frane e smottamenti. Sono loro che arrestano l’inaridimento dei suoli, l’erosione e la desertificazione, proteggono dalle ondate di calore e dal caldo estremo. Le foreste ci salvano.

foreste

Il valore inestimabile della foresta amazzonica

L’Amazzonia non è solo una foresta. Si tratta del più grande “condizionatore d’aria” del mondo, capace di trasformare una significativa parte dell’energia solare che riceve in un enorme meccanismo di evaporazione di acqua. E lo fa attraverso le foglie e altre superfici, pari a 8mila miliardi di tonnellate di vapore acqueo l’anno.

Anche l’acqua che annualmente si riversa dal bacino amazzonico nell’Oceano Atlantico ha un ruolo molto importante sulle gigantesche correnti oceaniche. Si parla di 7-8mila miliardi di tonnellate d’acqua, il 15-20% del deflusso fluviale totale mondiale di acque dolci riversate globalmente negli oceani.

La capacità di questa infinita distesa di chiome e acque di regolare il clima, assorbire l’incremento dei gas serra, influire sul ciclo delle piogge di territori anche lontanissimi, non ha uguali! Ecco perché dobbiamo proteggere i nostri “polmoni comuni” in ogni modo, anche con scelte di shopping consapevole. Non ci credi? Fidati di ZUMMY: per noi il Pianeta e i suoi abitanti (tutti!) sono talmente preziosi da averli resi protagonisti del nostro operato.

C’è ancora tanto da fare (e ZUMMY lo fa col Lyocell!)

Malgrado le nuove foreste possano offrire (gratuitamente!) un servizio di assorbimento di 5,9 gigatonnellate di gas serra, il saldo resta sempre in rosso. Perché è vero che la rigenerazione sta dando buoni frutti, ma è anche un dato di fatto che la deforestazione corra 7 volte tanto! In Amazzonia gli alberi vengono abbattuti e bruciati a un ritmo impressionante: sono già 430mila gli acri già persi nel 2021! La deforestazione purtroppo rivendica ogni anno milioni di ettari, molti più di quelli che si rigenerano. Ecco perché noi di ZUMMY estraiamo le nostre fibre di TENCEL™ Lyocell solo ed esclusivamente da foreste gestite responsabilmente.

Diversi capi della nostra collezione sono composti da TENCEL™ Lyocell, fibra tessile estratta dalla cellulosa della pianta di eucalipto. Il legno proviene da foreste gestite in modo sostenibile sia a livello sociale, rispettando i diritti dei lavoratori, delle comunità e delle popolazioni indigene, sia a livello ambientale, proteggendo le foreste. Per esempio, il legno utilizzato per la produzione proviene da coltivazioni sostenibili realizzate su terreni inadatti all’uso agricolo. L’irrigazione è nulla o minima, non vengono utilizzati pesticidi. La resa per metro quadro è molto elevata, addirittura 6 volte maggiore rispetto al cotone.

foreste
foreste

Tutto il bello (e il buono) del nostro Lyocell

Il processo produttivo della fibra prevede buone pratiche in termini di economia circolare. L’utilizzo delle risorse naturali e dell’energia viene minimizzato, la maggior parte del solvente viene recuperata, l’acqua viene riciclata. Non è tutto, perché come sai ZUMMY non si accontenta. I fornitori dai quali ZUMMY acquista il tessuto e il filato prodotti con fibra 100% TENCEL™ Lyocell pongono a loro volta molta attenzione all’impatto ambientale dei propri prodotti.

Il tessuto e il filato dei nostri fornitori godono di una certificazione che garantisce elevati standard eco-tossicologici e dunque del rispetto di stringenti requisiti relativamente alla presenza di sostanze chimiche pericolose per l’ambiente e la salute umana. Il fornitore adotta inoltre il protocollo Chemical Management 4Sustainability, per l’eliminazione delle sostanze nocive. Il nostro TENCEL™, come dev’essere, è un marchio della Lenzing AG, azienda che ha ricevuto l’European Environmental Award 2000 per lo sviluppo sostenibile di questo materiale.

La blusa Symphy: l’amica delle foreste che crede nel futuro

E così si ottiene un tessuto fresco, leggero, fluido come la seta, traspirante, termoregolatore e antibatterico, con cui ZUMMY plasma anche la sua blusa Symphy. È un capo chic come solo i capi semplici e fatti con cura sanno essere. Ha scollo a V e maniche ampie. È dotata di una cintura che puoi annodare in vita oppure no, lasciando la blusa libera di scendere morbida. Le taglie disponibili sono solo tre, perché Symphy è stata progettata per avere una vestibilità comoda, a tutto comfort. Permette infatti di coprire almeno due taglie differenti e di farti sentire sempre a tuo agio.

È in TENCEL™ Lyocell, cuciture comprese, mentre le etichette sono in 100% cotone organico certificato. Il tessuto ha anche la capacità di assumere in tutto il loro vibrare le colorazioni accese delle nostre fantasie macro, ottenute tramite l’uso di inchiostri sostenibili e certificati, che rispettano non solo l’ambiente ma anche i lavoratori e i consumatori. La tecnica di stampa scelta da ZUMMY riduce il consumo di acqua e riutilizza parte della stessa nel ciclo produttivo.

Niente viene sprecato. Niente viene creato senza pensare non solo al presente, ma anche al futuro. Qui da Zummy siamo fermamente convinti (da sempre!) che, quando ci sono le condizioni favorevoli, la Natura sia talmente prodigiosa da essere in grado di riappropriarsi dei suoi spazi. Rinasce dalle ceneri e torna a essere fonte di inestimabile ricchezza proprio per l’uomo che quegli spazi le ha negato.

foreste
foreste

PESCE SYMPHY

E infine, una nuova escursione

Immerse nella verde e rigogliosa vegetazione tropicale

Spettacolo naturale

Su queste acque sudamericane

Facemmo un incontro davvero speciale

Noi lo vedemmo da riva, ma ciò che ci colpì furono i suoi colori contrastanti

Striato come una tigre, turchese come l’acqua,

Il pesce Symphysodon Discus

Lui che pur piccolo e fragile si distingueva dal resto

Seppur affascinati dalle sue sfumature,

all’improvviso i nostri sguardi vennero distolti

Quando vedemmo galleggiare ciò che non appartiene al mare

Con grande amarezza interiore

Vedemmo plastica galleggiare

Vedemmo quello che in natura inquina e deturpa.

Amareggiate e consapevoli

Lì nacque la promessa di sostenibilità di Zummy.

MEDUSA JELLY

Poi ci ritrovammo qui

Paradiso terrestre di infinite spiagge bianche

Maldive è il suo nome

Non si distingue dove finisce la spiaggia e dove inizia questo specchio di mare

Tra le limpide acque, eri lì, trasparente e suadente ballerina

La medusa marina

Avremmo dovuto aver paura di te,

Perché dicono che tu sia urticante,

Ma vedendoti danzare con tanta eleganza

fummo solo affascinati

Solamente tu, che fluttuavi leggera e armoniosa

Tu che sembravi una sposa

La sposa del Mare

come un’ombra sommersa in questo azzurro infinito

Di te abbiamo immaginato la tua immensa anima

Come una Donna

La nostra Donna Zummy

PESCE CORY

Riprendemmo poi a viaggiare, prese dalla voglia di scoprire, di vedere quant’è profondo il mare

Un mare dalle acque tiepide e cristalline

Un mare vivace, pieno di vita

Lui è il Mar Rosso

E, immergendoci nelle sue acque, gli incontri furono svariati

Con pesci e coralli colorati che sembravano un tutt’uno, che erano armonia melodica,

che trasmettevano un senso di pace

E poi, lei, che ci affascinò con i suoi colori aranciati a pois blu

Come piccole bollicine a ricoprire la sua pelle

Lei, Cernia del Corallo,

Nuotatrice armonica e sinuosa, che si avvicinò quasi a voler giocare a nascondino

E poi improvvisamente

Svanì dentro questo immenso mare

Lei che ha portato lontano la nostra fantasia

Lei che ha portato il colore nel mondo Zummy

PESCE ANGY

Per chi non l’avesse mai vista

Vi parleremo di lei

Isola incantata dell’Oceania

Lei è Polinesia

Affascinate dalla bellezza attorno a noi,

I nostri occhi videro meraviglie

Ora impresse nei nostri cuori e raffigurate nella nostra mente

Lei, così incontaminata e brulicante di vita

Ricordiamo il sole che creava un riflesso in quel mondo sommerso

E poi colori danzanti, rincorrersi

Pesci

Tanti e diversi

Uno in particolare, i cui colori sono cielo, sono mare e sono sole,

Colpì la nostra attenzione

Il suo nome era Angelo

Pesce Angelo

Da qui abbiamo preso ispirazione

Da qui nasce il nostro Zummy

Un quadro su tessuto

Un quadro che ci avvolgerà in tutto il suo splendore