Spedizioni incluse in Italia e in Europa maggiori dettagli

L’autunno (in arancione) è una forza!

di Zummy Team

Ora più che mai è il caso di tingere di arancione il guardaroba. È un ottimo modo per dire addio alle paure e fare il pieno di buonumore, gioia, equilibrio ed energia, anche attraverso il tuo look. Zumma con noi sui mille benefici di questo colore e sulle sue curiosità (lo sapevi che non aveva nome prima dell’importazione degli alberi d’arancio?)

L’arancione è una botta di vita

L’autunno ci affascina ogni volta che ritorna, con le sue atmosfere misteriose e incantate. Perdersi tra parchi e boschi per ammirare il fenomeno del “foliage”, delle foglie che cambiano colore assumendo tonalità tra il rosso, il  giallo e l’arancione, è uno spettacolo imperdibile. È anche il periodo delle zucche, quelle decorative da intagliare per Halloween, quelle da gustare in mille ricette sfiziose e comfort food di stagione.

Ma no, in questo blog non vogliamo parlarti di percorsi boschivi o manicaretti autunnali. Vogliamo raccontarti della carica vitale e gioiosa di un colore che spesso mettiamo nel dimenticatoio ma che è, in realtà, una grande risorsa per il nostro umore e anche per i nostri look. Esatto, lascia a Giuseppe Ungaretti la malinconica visione delle foglie che cadono! Snobba chi associa un abito arancione all’immagine di un ortaggio non troppo elegante! L’arancione è una vera botta di vita, da qualsiasi angolazione lo si consideri.

Artisti, alchimisti, saggi e regnanti: l’arancione ha conquistato tutti

Ha attraversato la storia dell’arte rimanendo impresso nelle opere più belle di sempre (Van Gogh lo amava molto, per lui rappresentava la pura luce della Provenza: “Non esiste blu senza giallo e arancione”; Stradivari compose una vernice dalla formulazione misteriosa che dava ai suoi violini il caratteristico colore bruno/arancione dai riflessi ambrati).

Ha intrigato alchimisti (prima dell’invenzione dei pigmenti sintetici nell’800, l’arancione era tratto dal solfuro di arsenico, minerale tossico a cui gli alchimisti medievali attribuivano un ruolo cruciale nella creazione della pietra filosofale). Ha sedotto regnanti (i d’Orange, una delle case reali più influenti in Europa nei secoli XVI e XVII, ne hanno fatto l’inevitabile colore della propria famiglia).

Ha conquistato religiosi (nell’induismo simboleggia la rinuncia dei beni materiali, nel buddismo l’illuminazione della fede, nel confucianesimo la trasformazione). Perché? Semplice: è difficilissimo rimanere impassibili di fronte all’arancione. O lo ami, o lo detesti.

A chi piace? A chi no? Perché?

L’arancione nasce dalla combinazione del giallo e del rosso e possiede gli aspetti positivi di entrambi. Nell’arancione l’ardore del rosso viene attenuato dalla saggezza dorata del giallo. Ha un potere stimolante, unito a una visibilità eccezionale. Certo, nella maggior parte dei casi non ne siamo consapevoli: proviamo attrazione per questo colore caldo e avvolgente, oppure un senso di fastidio che ci fa stare alla larga da lui e preferire altre tonalità.

La psicologia del colore ha molte informazioni da darci su queste reazioni! Per esempio, andare d’accordo con l’arancione significa essere vitali, entusiasti, equilibrati, capaci di godere dei piaceri fisici senza lasciarsi sopraffare. Chi veste d’arancione esprime gioia, accoglienza, calore. Se ti ritrovi in questo colore sei altruista, aperta e socievole. Se mal lo sopporti, molto probabilmente tendi  a chiuderti in te stessa, hai paura di perdere il controllo o di essere oppressa dai tuoi sentimenti: insomma, temi di essere ferita. Pensaci!

I benefici di una mise arancione

Una volta che ci hai riflettuto, considera che l’arancione stimola l’emisfero destro del cervello, sede della creatività e dell’intelligenza emotiva, ma stimola anche (e soprattutto!)  il rilascio dello stress, distendendo nervi e sistema nervoso. Sì, se stai pensando di fare acquisti per arricchire il tuo guardaroba, sappi che qualcosa di arancione, anche solo un accessorio o un dettaglio, è indispensabile, soprattutto di questi tempi: placa i pensieri, scaccia depressione, paure e frustrazioni e dona sollievo.

E se davvero bastasse indossarlo per essere pervasi dal buonumore? Noi di ZOOM, che non ci accontentiamo mai di restare in superficie ma, come ben sai, amiamo “zummare” su cose ed emozioni con gli occhi bene aperti (a proposito, hai visto come ci guarda, la natura, attraverso i capi della nuova collezione?) abbiamo fatto la prova e possiamo garantirti che, sebbene il nostro outfit arancione non abbia cancellato i problemi, di sicuro ci ha regalato una carica immediata e la voglia di dare una svolta positiva alla giornata.

Abbinamenti a tutta emozione

Quindi, consiglio: ti aspetta un lavoro per cui è necessario tirare fuori una buona dose di energia? Indossa qualcosa di arancione per stimolare la tua parte più ottimista. È un periodo in cui ti senti giù ma non ti piace che gli altri lo notino? Se aggiungi un tocco di arancione al tuo outfit, proporrai un messaggio più vitale e sereno.

Insomma, un tocco di arancione in autunno è sempre una buona idea: non per solidarietà a foglie e zucche, ma per trasformare i grigi della nostra vita… e del nostro armadio! Hai idea di quanto stia bene l’arancione con il grigio, il marrone e il nero? E con il blu o il verde bottiglia?

Riesci a percepire la raffinatezza di un mix che unisce un capo arancione con qualcosa di sabbia, beige, cammello, tabacco, cuoio o bordeaux? Se poi sei una che ama i contrasti, devi assolutamente provare l’accoppiata con i colori freddi come lilla e azzurro o con rosa, fucsia e viola, alla maniera di quel genio degli abbinamenti cromatici azzardati ma a tutta emozione che era Yves Saint Laurent. Felice autunno!

zummy piumino donna giallo fall winter
zummy stola gialla fall winter

BEfor2050 srl
C.f./P.Iva 05046970264

Via Gagliardi 10
Mogliano Veneto (TV) 31021
Italia

#ZUMMYFASHION

La spedizione è inclusa nel prezzo del prodotto per destinazioni in Italia e in Europa, ad eccezione dei Paesi in cui è prevista dogana la cui spedizione richiede una procedura diversa.

I costi di dogana sono comunque sempre a carico del cliente, che verrà contattato dallo spedizioniere per il pagamento all’arrivo della merce e ai fini della consegna.

Per tutti i Paesi extraeuropei Zummy sostiene una parte del costo di spedizione, che si richiede al cliente di saldare al momento dell’ordine.